8 aprile 2014

È la data che segnerà la messa in pensione del sistema operativo Windows XP (e con esso Office 2003). Il sistema più longevo, e forse più amato, di casa Microsoft. Talmente apprezzato che è ancora presente nel 30% dei computer a livello mondiale, secondo solo a Windows 7 (47%), mentre Vista (5%) e Windows 8 (7%) fanno fatica a decollare.

I motivi dell’addio

12 anni per un sistema operativo sono molti, soprattutto considerati i cambiamenti che si stanno susseguendo senza interruzione di sosta. Social network, web chat, mobility: sono tutte cose che impattano in modo complesso e impegnativo su computer e piattaforme.

Cosa significa in ambito pratico?

In primo luogo l’aspetto assolutamente da non trascurare è quello della sicurezza. Terminando il supporto, non saranno più garantiti quegli aggiornamenti che correggono eventuali bug e nuove minacce, e non ci sarà più il supporto tecnico. Di conseguenza, il computer sarà così maggiormente esposto a virus.
Parallelamente anche gli altri produttori di software e hardware smetteranno di realizzare soluzioni supportate da Windows XP.
A questo si possono aggiungere problemi non di poco conto per le aziende che hanno sviluppato applicazioni e gestionali che girano su Windows XP.
Un esempio è dato dagli ATM (i bancomat che tutti noi usiamo in giro per il mondo). Si stima che ben il 95% dei dispositivi mondiali sia ancora su Windows XP. Cosa accadrà dopo l’8 aprile? La minaccia potrebbe essere rappresentata dagli hacker. Gli istituti di credito sono però corsi subito ai ripari, stipulando accordi con Microsoft per garantire supporto continuo e aggiornamenti sulla sicurezza.

Cosa fare?

La strada da seguire, rimanendo in ambito Microsoft, comporta la naturale evoluzione verso la versione 8.1 di Windows. Occorre tenere in considerazione le caratteristiche dei computer necessarie a supportarlo. Se sono inadeguate si possono scegliere due strade: cambiare anche il parco macchine, scegliendone di più performanti, o fare il downgrade a Windows 7, sistema operativo che gira nella maggior parte dei computer.

Se anche la tua azienda si trova in queste situazioni, contattaci per ricevere maggiori informazioni. Potrebbe essere l’occasione per rendere più efficace la tua infrastruttura IT. E magari valutare soluzioni Windows 8.1 e Office 365 disponibili con pacchetti su misura e formule in abbonamento per un nuovo modo di lavorare basato su collaborazione, comunicazione e flessibilità.

Please follow and like us: