Manca un mese al rilascio ufficiale della nuova versione del sistema operativo di Microsoft, Windows 10.

Come definirlo?

One product family, one platform, one store” per usare le parole adottate da Microsoft per presentarlo.
Tante sono le novità che lo accompagnano, la prima legata al nome. Non Windows 9, come cronologia avrebbe voluto, ma un salto di turno che secondo molti serve per enfatizzare un grande cambiamento rispetto alla versioni precedenti, quasi un nuovo modo di riconcepire il sistema operativo più famoso del mondo.

Quali sono i cambiamenti?

Versione multipiattaforma: già con Office365 Microsoft aveva svincolato il sistema operativo dal singolo device, ampliando la gamma di dispositivi dov’è possibile installarlo (per numero e tipologia).
Windows 10 è la prima versione che può essere installata su console, grandi schermi touch, microcontrollori oltre che, naturalmente, su smartphone, phaplet, tablet, notebook, ibridi, pc.
Tra le 7 edizioni disponibili, infatti, segnaliamo oltre alle versioni Enterprise (per medie e grandi organizzazioni) e Pro (per le piccole aziende), anche la Mobile Enterprise per smartphone e tablet e la IoT Core per i dispositivi connessi relativi alla Internet of Things.

Nuovo menu Start: più volte annunciato, a forte voce reclamato, nel nuovo Windows ci sono sia le app tradizionali che quelle moderm e può essere ridimensionato a piacimento.

Spartan: è il browser integrato nel sistema operativo. Permette, ad esempio, di selezionare una porzione della pagina durante la navigazione, per poi utilizzarla con varie app o condividerla. Attraverso la funzione reading mode si possono eliminare gli elementi di disturbo e focalizzarsi solo sul testo, e Cortana, l’assistente personale Microsoft, può essere utilizzato per effettuare le ricerche.
Non sostituisce Internet Explorer 11 ma lo integra.

Task view e desktop virtuali: si possono visualizzare, oltre alle applicazioni, anche i dekstop virtuali, e aggiungerli semplicemente con un click sulla taskbar.

Continuum: modifica autonomamente il layout di Windows a seconda del tipo di dispositivo usato.

Cortana: l’assistente virtuale è stata integrata anche nella versione desktop, migliorando l’esperienza dell’utente.

Giochi: non più solo Xbox. I giochi potranno essere utilizzati anche da pc, tablet e smartphone.

Ancora 30 giorni, e il mondo Windows si rivoluzionerà.

Please follow and like us: